Slot Machines: il Futuro è delle Macchinette

Slot Machines: il Futuro è delle Macchinette

Scritto il 05/02/12 - da Giacomo Gaggiotti Notizie

Tutti le vogliono, tutti le aspettano. Se il 2012, inteso come anno solare è già cominciato da più di un mese, c’è un conto alla rovescia che ancora aspetta di partire, o meglio, è partito ma non è ancora in procinto del botto, ed è quello che segnerà l’inizio di una nuova era: quello delle slot machines online in Italia.

Legali, s’intende.

Perché la proprietà transitiva è semplice. Le Slot terrestri sono uno dei passatempi preferiti dagli italiani. I giochi online da casino hanno registrato un boom: se diventerà possibile azionare la leva anche dal proprio computer, allora sarà un vero e proprio successo.

Che quasi gli altri giochi dell’etere potrebbe risentirne.

Le Slot machines in Italia sono un fenomeno relativamente nuovo. In pochi anni in Italia si è tutto rivoluzionato, ormai anche il bar sotto casa ha le slot machines: giocare è diventato davvero semplice. Le slot machines in Italia sono gestite e controllate dall’AAMS come del resto tutti i giochi di Casino.

Gli inizi

Molti anni fa, non tutti i gestori delle slot machines in Italia erano affidabili. Bastava un cacciavite, qualche competenza tramandata da locale a locale e in pochi minuti si poteva modificare una slot machines in modo da non fare restituire soldi ai giocatori.

L’Aaams ha deciso di metterci una pezza, intervenendo nel 2006 con un decreto Bersani che stabiliva che il costo di una partita non poteva superare un euro e la vincita non poteva essere superiore a 100 euro, con rilascio dei guadagni del 75 per cento del totale dell’incassato su circa 7000 partite giocate.

La svolta

Da quando nel 2008, tutte le new slot machines sono state collegate alla rete, con un sistema controllato dall’Aams, si è definitivamente conclusa d’era delle alterazioni, che in un modo o nell’altro continuavano. Da tre anni le macchine sono integre, così come il gioco delle slot, ma soprattutto i giocatori sono tutelati.

L'introduzione delle slot online cambierà inevitabilmente il mercato dei casino virtuali. Il gioco, a livello mondiale, rappresenta praticamente la metà del volume d'affari, quindi è lecito aspettarsi cifre simili anche in Italia.

C'è chi ritiene che, addirittura,leslot online possano raddoppiare il volume d'affari dei casino online italiani. Inoltre, la loro introduzione viene vista come uno degli strumenti più efficaci, leggi e controlli a parte, per scoraggiare il gioco sulle piattaforme .com, dove è illegale giocare, ma dove le slot machines non mancano. Anzi, abbondano.

Il grande assente

Ma la domanda è: perché non ci sono ancora le slot online marchiate Aams? Che all’autorità del Monopolio statale bastino i milioni di euro di introito fin qui garantiti dal gioco e non voglia crearsi una coperta troppo corta?

O forse i concessionari e gli operatori che vivono grazie al sistema terrestre perderebbero clienti e guadagni nel momento che il sistema diventerebbe fruibile anche comodamente da casa? E quindi la chiave può essere: chi scontentare e chi accontentare …

I “post-appelli” si susseguono ma sembra che l’estate 2012 possa essere la data esatta per il lancio delle slot online. Che si voglia festeggiare un anno esatto della liberalizzazione del gioco online “regalando” le slot?

Nel frattempo si può azionare la leva su slot online senza marchio Aams.

Per chi non vuole aspettare e vuole provare a giocare online esiste la possibilità di giocare su siti di casino online europei - certificati da enti indipendenti per il gioco onesto, transazioni sicure, pagamento veloce delle vincite e che operano liberamente in Gran Bretagna, Spagna, Germania, Grecia, Australia, Canada, Sud America, Norvegia, Svezia, Islanda.

Che offrono ancora una piattaforma di gioco per gli utenti italiani con jackpot progressivi che mettono in imbarazzo quelli dei bar.

Articolo di: L.C.