Carta Unica per casino online e poker room?

Carta Unica per casino online e poker room?

Scritto il 02/12/11 - da Morganti, Ana Notizie

Tra non molto potrebbe essere introdotta una Carta Unica per tutte le transazioni economiche legate al mondo del gambling. Che succederà?

L’ennesima rivoluzione del mercato italiano del gioco d’azzardo è dietro l’angolo. Quella che fino a qualche giorno fa sembrava solo un’indiscrezione, nelle ultime ore è diventata quasi una certezza.

Sembra infatti che il Ministero della Salute, in accordo con l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, sia in procinto di introdurre la “Carta Aams del giocatore”, già ribattezzata “Carta Unica”.

Si tratta di una carta che, nelle intenzioni del governo, dovrebbe sostituire tutti gli altri tipi di sistemi di pagamento e prelievo legati al gioco d’azzardo.

I settori che rientreranno sicuramente in questo progetto sono quelli legati ai casino online e al poker online, mentre ancora non è chiaro se tale strumento verrà adottato anche dalle vlt e dalle newslot.

Leggendo l’articolo 4, comma 1/a, del decreto sulle “linee d’azione per la prevenzione, il contrasto e il recupero di fenomeni di ludopatia conseguente a gioco compulsivo”, sembra però che nessun settore verrà risparmiato.

Si parla infatti di “veicolo unico ed unitario per l’accesso a tutti i giochi pubblici in denaro, sia come strumento di pagamento, sia come archivio dell’anagrafe del giocatore”.

Ma che significa “archivio dell’anagrafe del giocatore”? Significa che la Carta Unica sarà una sorta di carta d’identità del giocatore, contenente una serie di dati sulle abitudini e le spese di gioco che potranno essere utilizzate dall’Aams per controllare, e prevenire, ogni possibile disturbo legato al gioco compulsivo che potrebbe colpire i giocatori.

Per i casino online non dovrebbe cambiare poi molto, mentre il provvedimento potrebbe disturbare alcune poker room, che hanno introdotto le proprie carte elettroniche (come la Stars Card di PokerStars, la Lottomaticard, la Sisal Card e la Snai Card), che a quel punto diventerebbero praticamente inutili.

Rischiano anche i cosiddetti “portafogli online”, come Moneybookers, Paypal e Neteller, che nel caso dell’introduzione della Carta Unica potrebbero subire un calo di utilizzo significativo da parte dei giocatori italiani.

Non ci resta che aspettare ulteriori sviluppi, ma la Carta Unica fa già discutere.

Giocare nei casinò online e nelle poker room

Attualmente, per poter giocare a soldi veri occorre effettuare una registrazione che prevede l'inserimento di alcuni dati personali e l'invio di una documentazione che attesti la propria identità, come la fotocopia della carta d'identità o della patente. Una procedura che tuttavia non mette al riparo da alcuni rischi, come quello di furto d'identità.

Inoltre, questo genere di procedure non permette allo Stato di avere un quadro preciso sulle abitudini di gioco di un giocatore, rendendo così molto difficile l'individuazione di quei casi che rischiano di ricadere nella ludopatia, ovvero la sindrome da gioco d'azzardo compulsivo.