A Zurigo apre il primo casinò

A Zurigo apre il primo casinò

Scritto il 08/11/12 - da Morganti, Ana Notizie

Giovedì 1 novembre ha aperto i battenti lo Swiss Casinos Zurich, costruito nella zona periferica della città.

Casino, casinò. L'accento, in Italia, è fondamentale. Un piccolo segno grafico che fa la differenza. Soprattutto se parliamo della Svizzera, dove entrambe queste attività 'ricreative' sono pienamente legali.

E largamente 'utilizzate'. Confonderle, diciamo, non è il massimo. Ma evitiamo di ricadere in disquisizioni pericolose, concentrandoci sulla notizia: Zurigo ha aperto il primo casinò della sua storia. Casinò, con l'accento sulla 'o', ovviamente. Si chiama Swiss Casinos Zurich e ha sede all'Haus Ober, una struttura restaurata nel corso dell'ultimo anno.

I lavori sono iniziati a settembre del 2011, sotto la supervisione della nota Steelman Partners (conosciutissimo brand che si occupa di architettura e design nel business del gioco d'azzardo), e sono costati circa 42 milioni di franchi. L'inaugurazione è avvenuta giovedì 1 novembre, per la gioia dei circa 1,5 milioni di persone che gravitano nella zona di Zurigo.

Anche se è il primo casinò nella storia di Zurigo, lo Swiss Casinos Zurich è il più grande della Svizzera. Si estende su circa 3.000 metri quadrati e vede la presenza di 26 tavoli e la bellezza di 400 slot machine.

La struttura sarà in grado di ospitare fino a 1.600 giocatori al giorno. Il management si aspetta qualcosa come 16 milioni di visitatori locali l'anno, con l'aggiunta di 4,5 milioni di turisti, che dovrebbero portare nelle casse della società un fatturato di 107 milioni lordi soltanto il primo anno.

Allo Swiss Casinos Zurich, come ha spiegato il direttore Michael Favrod in occasione della conferenza stampa di presentazione, il limite ai tavoli sarà di 20.000 franchi svizzeri. Una cifra decisamente alta, ma non sufficiente per i ricchi uomini d'affari con il vizietto del gioco d'azzardo.

Gli high roller potranno però scatenarsi in una sala apposita, denominata Club Privé, dove avranno dei tavoli di roulette, blackjack, baccarat e quant'altro, interamente dedicati ai loro portafogli gonfi di denaro.

Concorrenza a Campione d'Italia?

Chi rischia di risentire dell'apertura del primo casinò di Zurigo è il Casinò di Campione d'Italia, che sebbene tecnicamente si trovi in Svizzera, è a tutti gli effetti  un casinò italiano. Non una bella notizia dunque per la sala da gioco campionese, già alle prese con una crisi economica che in generale ha colpito un po' tutti e quattro i casinò italiani.

Probabilmente l'apertura del casinò di Zurigo non avrà molto effetto per quanto riguarda la clientela italiana, visto che chi arriva dall'Italia fa nettamente prima a fermarsi a Campione. Per contro, tuttavia, Campione potrebbe assistere a una sensibile diminuzione della clientela svizzera. Soltanto il tempo ci dirà se Zurigo e Campione dovranno sgomitare per un posto al sole.