Luca Pagano: Un sit and go non fa primavera

Luca Pagano: Un sit and go non fa primavera

Scritto il 03/12/09 - da Giacomo Gaggiotti Notizie

Luca Pagano nasce a Preganziol, in provincia di Treviso, nel 1978. Tutti gli riconoscono una mente analitica e una naturale propensione per i numeri, che sono poi componenti chiave per diventare un buon giocatore di poker, e sicuramente a Luca Pagano queste due qualità non mancano.

LucaPaganoPrima di dedicarsi al gioco da professionista, Luca aveva studiato informatica e si era dedicato ai mercati finanziari, ma è al tavolo da  gioco che ha trovato un modo più elettrizzante per accumulare soldi. È un giocatore di poker italiano, professionista dal 2004, quando si è classificato terzo al Barcellona Open dell'European Poker Tour. È considerato tra i giocatori italiani di poker più rappresentativi.

 È considerato uno dei giocatori più rappresentativi del nostro paese, infatti conduce insieme a Giacomo "ciccio" Valenti Poker Mania, programma di successo di Italia 1 sul poker Texas Hold'em, dove è diventato protagonista, grazie anche ai suoi coloriti motti, tra cui : 'La coppia si difende sempre';  'A-K, Anna Kournikova, bella ma non vince mai'; 'Un sit&go non fa primavera'.

Appartiene al team PokerStars Pro, importante poker room on-line che sponsorizza molti eventi internazionali di Poker come l'EPT, di cui detiene il record di piazzamenti. Nel 2007 fonda, insieme al padre Claudio, la FITH, Federazione Italiana Texas Hold'em.

 L'11 settembre 2008 viene premiato agli Awards degli European Poker Tour alla categoria "The Player of the Year" come miglior giocatore dell'anno, dopo le sue prestazioni all' European Poker Tour di Barcellona e di Montecarlo.

In carriera ottiene quattro piazzamenti di prestigio all'European Poker Tour: terzo posto, a Barcellona, nella stagione 2004/2005 .L'ottavo posto nella stagione 2004/2005 all'evento di Deauville, dove ha vinto € 13.500. A Montecarlo, nella stagione 2007/2008, guadagna  il sesto posto. Infine il sesto posto nella stagione 2008/2009 all'evento di Dortmund.

Quale futuro per Luca Pagano?

Il movimento del Texas Hold'em è in forte ascesa in Italia e Luca Pagano è sicuramente un punto di riferimento per tutti gli appassionati. Lui, insieme con Max Pescatori e Dario Minieri, avrà il compito di guidare il movimento e viste le sue capacità comunicative, non dovrebbe essere un grosso problema.

Attualmente Pagano non è ancora riuscito a vincere un torneo importante, anche se come abbiamo visto vanta numerosi piazzamenti di alto livello. Sarebbe fondamentale per un movimento appena nato come quello del poker Texas Hold'em italiano poter raggiungere un grado superiore di visibilità, cosa possibile soltanto se uno dei nostri riuscirà a vincere un torneo come l'EPT, il WPT o le WSOP.

Chissà che non sia proprio Luca Pagano a conquistare il prossimo braccialetto alle World Series, la prossima picca allo European Poker Tour o il prossimo anello al World Poker Tour!