L'Australia pensa a un nuovo casinò da sogno

L'Australia pensa a un nuovo casinò da sogno

Scritto il 08/08/13 - da Giovanni Angioni Notizie

Altro che canguri e koala: in Australia anche il casinò è una cosa serissima

Come riporta un'agenzia di stampa francese (la Agence France-Presse), un miliardario di Hong Kong ha espresso il proprio interesse a costruire un nuovo casinò in Australia. Non uno qualunque, ma un vero e proprio resort super-lusso da svariati miliardi di dollari, come tanto pare essere di moda di questi tempi (qualcuno ha detto Eurovegas?).

Il progetto, ancora piuttosto abbozzato, dovrebbe prevedere nove hotel da favola, per un totale di oltre 3.750 stanze, e un acquario gigantesco. Sembra che, qualora dovesse andare in porto, questo resort casinò diventerebbe uno dei più grandi al mondo. D'altra parte, si parla di un progetto da 3,7 miliardi di dollari. E non di Hong Kong: parliamo di dollari americani.

Questo  miliardario asiatico, che risponde al nome di Tony Fung (la cui famiglia è tra i banchieri più ricchi di Hong Kong) ne parla già come "una meraviglia mondiale creata dall'uomo". In un comunicato stampa rilasciato qualche giorno fa, Fung ha aggiunto: "Strutture come l'Aquis Resort (questo il nome del progetto, ndr) e la Grande Barriera Corallina non attirano solo la grande massa della classe media cinese, ma anche i giocatori più ricchi e spendaccioni".

Qualora il piano di Fung dovesse essere approvato, il resort dovrebbe vedere la luce non prima del 2018. Secondo la Agence France-Presse, "lo stato ha già pre-approvato il progetto dell'Aquis, il che significa che tutte le licenze ambientali e sociali verranno gestite in maniera coordinata, invece che separatamente, attraverso dipartimenti diversi, come viene fatto solitamente in questi casi".

Naturalmente si tratta solo del primo passo per l'Aquis, che necessita di una serie di approvazioni a livello urbanistico ancora tutte da stabilire, prima che il progetto possa cominciare a tutti gli effetti. Ma intanto sembra che l'idea di Tony Fung abbia già fatto presa e ci sono ottime probabilità che tutto vada per il meglio.

Sembra che anche un miliardario australiano stia cercando di costruire un proprio casinò, cosa che potrebbe scaturire in una vera e propria competizione con l'Aquis. In questo caso però ci sarebbero alcuni dubbi su dove erigere la struttura.

Il gambling dall'altra parte del mondo

L'Australia è un paese che prende molto sul serio il gioco d'azzardo. L'industria dei casinò terrestri è molto sviluppata e non è un caso se l'Australia sia una nazione molto visitata dai gambler. In particolare dai giocatori di poker, che trovano nell'emisfero australe una sede ideale per la loro passione.

Non va dimenticato, infatti, che in Australia si gioca ogni anno l'Aussie Millions, una kermesse pokeristica che vede la partecipazione dei migliori giocatori di poker professionisti, provenienti un po' da tutto il mondo.