Il Revel Atlantic City è già in vendita? Deluse le aspettative

Il Revel Atlantic City è già in vendita? Deluse le aspettative

Scritto il 12/11/13 - da Morganti, Ana Notizie

Avrebbe dovuto essere il casinò capace di rilanciare l'economia, e invece in un anno è già andato in bancarotta.

Lo scorso anno, le speranze del New Jersey di recuperare terreno nel settore del gioco d'azzardo erano affidate all'apertura del Revel Atlantic City, un colosso da 2,4 miliardi di dollari che avrebbe dovuto ribaltare le sorti dell'industria del gambling nello stato.

Sfortunatamente, il resort di lusso non è riuscito a mantenere le aspettative, tanto che all'inizio dell'anno ha rischiato la bancarotta, salvo poi trovare un accordo con i creditori.

A quel tempo, i funzionari del Revel avevano espresso la speranza che la proprietà potesse iniziare ad essere profittevole entro l'estate del 2014, ma finora - novembre 2013 - il Revel è riuscito a perdere qualcosa come 81 milioni di dollari, tanto che i proprietari della sala da gioco, a quanto pare, stanno "vagliando tutte le opzioni strategiche" nel tentativo di cambiare le sorti.

Due opzioni possibili

A quanto pare, le opzioni sarebbero soltanto due, una drastica e l'altra meno: vendere tutta la proprietà, oppure ristrutturare i suoi finanziamenti. Sfortunatamente per il Revel, i problemi che ha dovuto affrontare sono sintomatici, e identici a quelli che affliggono tutti i resort della East Coast. I casinò di Atlantic City, negli ultimi sei anni, hanno perso il 40% dei profitti, principalmente a causa di una maggiore concorrenza da parte degli stati confinanti.

Solo nei primi nove mesi di quest'anno, la perdita si è assestata attorno al 9,3% (2,2 miliardi il giro d'affari), praticamente tre miliardi in mano di quanto i casinò guadagnavano solo nel 2006. Perciò il Revel non è l'unico dei 12 casinò di Atlantic City alle prese con cambiamenti sostanziali. La settimana scorsa, ad esempio, l'Atlantic Club Casino Hotel ha dovuto dichiarare bancarotta.

Forse solo il via al gioco d'azzardo online, previsto per il 26 novembre, potrebbe salvare la situazione. L'apertura al gambling virtuale dovrebbe portare all'economia del New Jersey un'iniezione di circa 1 miliardo di dollari solo nel primo anno di operazioni.