Il Casinò di Campione diventa del Comune

Il Casinò di Campione diventa del Comune

Scritto il 17/05/13 - da Giovanni Angioni Notizie

Al termine di un lungo processo, Campione d'Italia diventa socio unico della casa da gioco.

Come Venezia, Sanremo e Saint Vincent. A breve, il Casinò di Campione d'Italia diventerà esclusiva proprietà dell'omonimo comune, come già avviene per le altre tre sale da gioco italiane.

A defilarsi saranno le province di Como, Lecco e Varese, oltre alle Camere di Commercio dei primi due capoluoghi.

A darne l'annuncio è stata Marita Piccaluga, sindaco di Campione d'Italia, che ha dichiarato come tutta la documentazione sia già stata inviata al Ministero dell'Interno, la cui risposta è attesa entro luglio.

La nuova società avrà un capitale sociale di 120.000 euro, da molti ritenuto troppo basso. La Piccaluga ha spiegato questa decisione come forzata dai tempi tecnici, ammettendo che si tratta di una cifra non sufficiente, ma aggiungendo che in caso di necessità potrà essere tranquillamente aumentata.

Questo processo aiuterà in maniera ancora più efficace le sorti del Casinò di Campione, permettendo alla sala da gioco di risparmiare una buona fetta di quei 49 milioni di euro annui che attualmente deve, per contratto, al Comune di Campione.

Secondo la Piccaluga, infatti, la cifra potrebbe scendere di circa un terzo, assestandosi sui 33,3 milioni di euro. Inoltre, tale cambiamento contribuirà a snellire le operazioni burocratiche che spesso finiscono per costare, oltre al tempo, anche ulteriori soldi.

Quando il Comune diventerà socio unico del casinò, verrà cambiato anche il sistema di amministrazione.

Sparirà il Consiglio, con i poteri che finiranno nelle mani dell'amministratore delegato attuale, Carlo Pagan, il quale diverrà amministratore unico. Pagan è uno dei principali artefici della ripresa del casinò italiano in territorio svizzero, che ultimamente sta facendo registrare ottimi risultati.

Come ad esempio il record di presenze per un torneo di poker live in Europa, con i 2.492 giocatori che hanno partecipato all'Italian Poker Open di qualche settimana fa, oppure il Campionato Europeo dei Croupier, svoltosi qualche giorno fa e vinto da un dealer italiano. Dopo anni di buio, il Casinò di Campione d'Italia comincia finalmente a vedere la luce.

Il recupero di Campione

Anche se tutti e quattro i casinò italiani stanno ancora soffrendo della crisi economica, cominciata ormai nel 2008, alcuni hanno saputo rispondere meglio e prima di altri. Uno di questi è sicuramente il Casinò di Campione d'Italia, che pur tra mille difficoltà è riuscito a guadagnare quote di mercato nei confronti soprattutto di Venezia - che rimane il casinò leader in Italia - ma anche di Saint Vincent e Sanremo.

Un trend che potrebbe essere ulteriormente rafforzato una volta completato il passaggio nelle sole mani del Comune, che avrà così, nella figura dell'amministratore unico Carlo Pagan, la possibilità di muoversi con maggior margine.