I casinò di Macao distruggono un altro record

I casinò di Macao distruggono un altro record

Scritto il 04/03/14 - da Morganti, Ana Notizie

Il mese di febbraio ha fatto segnare il record di incassi: stracciato il precedente risultato di ottobre 2013.

I casinò di Macao tornano a macinare miliardi di dollari, dopo essersi presi un mese di relativa calma a gennaio: a febbraio, infatti, i 38 miliardi di patacas di incassi (4,8 miliardi di dollari) hanno superato il precedente record di 36,5 milioni fatto segnare nell'ottobre 2013. In generale, il volume d'affari è salito del 40,3% su base annuale, nonostante febbraio rappresenti il mese più corto dell'anno.

In testa a Las Vegas e Singapore

Gran merito di questo exploit va alle festività per il Capodanno cinese, che ha visto 770.000 persone arrivare dalla Cina durante il fine settimana di celebrazioni, il 23% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. La cosa più impressionante è che il tasso di crescita di Macao è superiore del 29% e del 35% rispetto alle previsioni sui due competitor principali: Las Vegas e Singapore in tutto l'anno scorso hanno generato 6,5 miliardi e 6 miliardi rispettivamente, quasi quanto ha fatto Macao solo a febbraio.

Le buon notizie per i casinò di Macao non si fermano qui. Secondo le previsioni, il tasso di crescita nel 2014 sarà compreso tra il 25 e il 30%, dato che l'ex colonia portoghese ha intrapreso una serie di progetti che miglioreranno le infrastrutture e renderanno più breve il viaggio dei visitatori cinesi, cosa che ne dovrebbe aumentare l'affluenza. Per non parlare del fatto che nei prossimi tre anni apriranno 8 nuovi casinò resort.

Le autorità locali hanno sottolineato l'importanza di diversificare la propria clientela, che non dovrà essere solo composta da gambler come gli high roller che puntano centinaia di migliaia di dollari alla volta. Inoltre, la crescita di questo segmento dovrebbe rallentare e assestarsi intorno al 5-10%. Per questo Macao si sta concentrando sull'espansione dell'offerta di intrattenimento e strutture, per attirare la cosiddetta classe media e un diverso tipo di turismo.

Dopo che saranno completate alcune linee di trasporto, come la ferrovia Guangzhou-Zhuhai e il ponte tra Hong Kong e Macao, il numero dei visitatori giornalieri dell'ex colonia portoghese dovrebbe schizzare alle stelle.

Davis Fong, direttore dell'Institute for the Study of Commercial Gaming all'Università di Macao, ha spiegato: "Chi vive a Guangzhou potrà prendere il treno e arrivare a Macao in 40 minuti per assistere a uno spettacolo o fare shopping, passare un paio d'ore qui e poi tornare a casa. I visitatori giornalieri potrebbero rappresentare tra il 60 e il 70% del totale per questo diventeranno ancora più importanti".