I Casinò d’Italia: benvenuti!

I Casinò d’Italia: benvenuti!

Scritto il 03/04/14 - da Morganti, Ana Notizie

Non ha certamente il territorio pullulante di Casinò che possono vantare i vicini francesi e, sempre in confronto alla terra d’Oltralpe, non ha nemmeno qualcosa di simile al Casinò di Montecarlo, considerato il terzo migliore al mondo nonché numero uno assoluto a livello europeo; ma, nonostante questo, l’Italia riesce a offrire agli appassionati del gioco d’azzardo almeno quattro eccellenti Casinò.

Pochi ma buoni, anzi buonissimi.

Campione d'Italia

Partiamo dal Casinò di Campione d’Italia, che vanta il primato tra le case da gioco italiane e una storia quasi centenaria.

Aprì i battenti nel 1917, in piena prima guerra mondiale e accolse, nelle sue sale da gioco tipiche del periodo della belle époque, incontri segreti e passaggi di informazioni riservate tra personaggi dell’alta burocrazia. Dopo soli due anni di attività, il Casinò chiuse fino alla nuova apertura del 1933.

Da allora divertimento, svago, spettacoli ed eventi culturali all’interno del Casinò hanno fatto di Campione d’Italia una destinazione amata non solo dagli appassionati del gioco d’azzardo, ma anche dai personaggi appartenenti allo star system non solo italiano, ma internazionale.

Un crescita costante, resa possibile grazie agli investimenti che hanno interessato nel corso degli anni il Casinò. Nel 2007 è stata inaugurata la nuova sede, un edificio moderno e funzionale realizzato dal famoso architetto Mario Botta: 55.000 metri quadrati di superficie che fanno della casa da gioco di Campione la più grande d’Europa, con 9 piani e ogni tipo di confort disponibile, a partire dai tre livelli di parcheggio sotterraneo, dai 28 ascensori e dalle 4 scale mobili.

All’interno, la varietà di offerta che ci si trova davanti non delude certo le aspettative: abbiamo i giochi “francesi” (roulette, chemin de fer, trente et quarante), gli “americani” (fair roulette, blackjack con anche le varianti top winner e lucky ladies, punto banco, craps e molte varianti del poker) e le slot machines, ben 650.

E a proposito di slot, è proprio di pochi giorni fa l’inaugurazione dell'“Avatar Planet”, nuova area slot che catapulta gli appassionati in un’atmosfera magica e che rappresenta un ulteriore passo avanti del Casinò di Campione verso la più totale avanguardia nel campo del gioco d’azzardo, non solo italiano.

Ciliegina sulla torta, potrete godere di tutto questo immersi in una cornice meravigliosa, grazie allo splendido lago di Lugano e al patrimonio artistico del borgo antico della cittadina, unica enclave italiana in territorio svizzero.

Saint-Vincent

Lasciamo Campione d’Italia e avventuriamoci a Saint-Vincent, in Valle d’Aosta.

La fortuna abita qui dal 1947, quando la sera del 29 marzo il Casinò aprì ufficialmente le sue porte ai primi tre appassionati del gioco d’azzardo e la pallina si posò sul numero 39 della roulette.

Da allora il Casinò de la Vallée è cresciuto fino a diventare una delle case da gioco più prestigiose e moderne d’Europa. È del novembre scorso l’inaugurazione del suo ultimo gioiello: una nuova poker room, con 39 nuovi tavoli in grado di ospitare fino a 390 giocatori. Un'ulteriore “chicca”, che si va ad aggiungere alla poker room storica del Casinò e ai giochi a disposizione degli appassionati: roulette francese e americana, blackjack, chemin de fer, trente et quarante con anche la versione midi, craps, punto banco e le più popolari varianti di poker.

Non dimenticate che tutto questo vi si presenterà nell'atmosfera magica –  tra natura, tradizione e cultura – che regala Saint-Vincent.

Sanremo

Dalla montagna al mare, vale a dire al Casinò di Sanremo. Fin dalla sua inaugurazione in una sera di gennaio nel 1905, la casa da gioco della città ligure ha sempre mescolato con successo cultura, spettacolo, musica, manifestazioni artistiche e fiches ai tavoli.

Forse anche per questo, nella sua lunga storia, ha attirato artisti del calibro di Mascagni e Pirandello, Peppino ed Eduardo De Filippo, Vittorio de Sica e personaggi della nobiltà estera come Gustavo di Svezia, Re Leopoldo del Belgio, Ranieri e Grace di Monaco, Re Faruk.

Entrando, dunque, respirerete tutto il fascino della storia di questo casinò quasi ultracentenario: una magia dal sapore antico, possiamo dire.

Ma prima di entrare, non scordatevi di toccare il piede de “la Cica”, la statua di marmo realizzata dallo scultore Odoardo Tabacchi che si trova all'ingresso del Casinò di Sanremo: toccare il piede fortunato è il rito propiziatorio che i giocatori e gli appassionati dell'azzardo compiono prima di sfidare la dea bendata.

Una volta dentro, troverete una grande varietà di giochi: roulette, chemin de fer, blackjack, fair roulette, poker e ben 500 slot machines. A proposito di queste ultime, il 2014 ha portato nel Casinò sanremese grandi novità, con 54 nuovi multigame che offrono a tutti la possibilità di trovare il gioco più adatto ai propri gusti.

Infine, trasferiamoci da ovest a est, in una delle città più belle e più romantiche del mondo: Venezia.

Qui è nata nel lontano 1638 la più antica casa da gioco del mondo. Dagli anni cinquanta la sua sede nel centro storico è Ca' Vendramin Calergi, meraviglioso palazzo storico che si affaccia sul Canal Grande, mentre nel 1999 ha aperto i battenti, vicino all'aeroporto Marco Polo, Ca' Noghera, il primo casinò all'americana in Italia.

Il “doppio” Casinò di Venezia offre una gamma davvero completa agli appassionati dell'azzardo: giochi ai tavoli sia di tradizione francese (roulette, chemin de fer, trente et quarante e punto banco) sia di tradizione americana (texas hold'em poker, blackjack, fair roulette e caribbean stud poker) e oltre 600 slot machines per più di 700 postazioni di gioco.

Troverete tanta storia, dunque, nei Casinò del Belpaese, assaporerete le vite dei tanti personaggi illustri che hanno contribuito alla loro crescita e affermazione; e ancora, potrete tentare la fortuna con giochi eccezionali e divertirvi grazie alla grande capacità di intrattenimento di cui gli italiani sanno essere maestri.