il Progetto dell'Eurovegas: Non Si Riesce ancora a Decidere

il Progetto dell'Eurovegas: Non Si Riesce ancora a Decidere

Scritto il 05/09/12 - da Morganti, Ana Notizie

Bisogna ancora attendere per conoscere quale sarà la città che ospiterà il progetto Eurovegas.

Malgrado le indiscrezioni parlassero di fine agosto come data di riferimento per sciogliere i dubbi di Adelson e definire le basi per la realizzazione di Eurovegas, ad oggi non c’è alcuna certezza su quale sarà la città prescelta da parte della società Las Vegas Sands, tra Madrid e Barcellona.

Con il faraonico progetto Eurovegas Adelson si propone di creare in Europa una grande struttura dedicata al gioco d’azzardo e all’intrattenimento, un unico centro dedicato ai giocatori del Vecchio Continente che racchiuderà al suo interno casinò, sale da gioco e decine di attività collaterali.

Le due principali città spagnole si contendono da tempo la sede di Eurovegas e, ora che si avvicina la scelta finale, per bocca dei rispettivi rappresentanti politici esprimono il loro punto di vista, ciascuno quasi certo di spuntarla sull’”avversario”. Così, la presidente della Comunità Autonoma di Madrid Esperanza Aguirre ha fatto intendere che Adelson sia praticamente deciso ad optare per uno dei sobborghi di Madrid in corsa: Alcorcón, Valdecarros, Paracuellos del Jarama e Torrejón de Ardoz.

Il Ministro per il territorio e la sostenibilità della Catalogna Lluis Recoder, da parte sua, sebbene si sia detto non particolarmente entusiasta di veder sorgere Eurovegas in Catalogna, attende di sapere se sarà la baia di Llobregat, location scelta dai catalani, ad ospitare il centro.

Per entrambe le città si tratterebbe di un investimento importante dal punto di vista economico ed occupazionale.

La decisione finale non dovrebbe tardare ancora molto e probabilmente la scelta definitiva ricadrà sulla città che presenta il tessuto economico e infrastrutturale che si sposa meglio con l’idea di Adelson, che vuole fare di Eurovegas il punto di riferimento per il gioco d’azzardo di tutta Europa, attraendo anche giocatori dal Medio Oriente e dall’Asia.

Eurovegas potrà sfondare?

Il principale dubbio riguarda la possibilità che effettivamente Eurovegas faccia ciò che promette: dia posti di lavoro, crei indotto turistico, attiri ogni anno centinaia di migliaia di appassionati di giochi da casinò. La crisi economica che sta toccando praticamente qualsiasi paese del mondo mette a rischio qualsiasi tipo di investimento, anche quelli più ambiziosi come sicuramente è quello promosso dalla Las Vegas Sands di Sheldon Adelson.

Che in Europa, tuttavia, manchi un vero e proprio polo del gioco d'azzardo, come invece se ne trovano a bizzeffe sia in America (basti pensare alla Strip di Las Vegas) che in Asia (Macao su tutti) è fuori di dubbio. La Spagna, con il suo clima sempre mite, appare il posto ideale dove tentare la scalata ai grandi colossi dell'intrattenimento mondiale. Una sfida che Eurovegas vuole fortemente vincere. A patto che si decida dove costruirla, si intende.