Dario Minieri: l'aggressivo "Supernova"

Dario Minieri: l'aggressivo "Supernova"

Scritto il 17/12/09 - da Giacomo Gaggiotti Notizie

Dario Minieri, classe 1985, si avvicina giovanissimo al mondo del poker italiano.

Minieri comunque non è nuovo ai giochi di carte, in attesa di conseguire l'età legale per giocare a poker, il giovane studente romano diventa un piccolo campione di Magic: The Gathering, gioco di strategia con le carte. Viene soprannominato "Supernova".

Sale subito alla ribalta delle cronache per la sua età e per il suo stile di gioco, ultra aggressivo. La sua avventura nel mondo del poker inizia sui tavoli virtuali di PokerStars, dove, nel 2006 si aggiudica una prestigiosa Porsche Cayman, grazie ai FPP (Frequently Player Points), ovvero quei punti che vengono assegnati ai giocatori per la loro presenza più o meno assidua nel gioco. Tutt'ora è l'unico ad avere accumulato tanti punti da potersi comprare nel sito l'automobile e ritrovarsi con abbastanza punti per aggiudicarsi altri premi.

 Tra l'altro all'epoca non disponeva ancora di una patente. Dal 2005 ad oggi ha vinto premi per un totale complessivo di circa 1.600.000 $. Supernova è stato l'unico giocatore italiano ad essere invitato a partecipare agli NBC Heads Up Tournament 2009 di Las Vegas.

Si tratta di un prestigioso torneo aperto a soli 64 Players partecipanti. Il giovane Minieri ha sconfitto al primo turno il rinomato professionista Mike Matusow, salvo poi essere battuto al secondo round dal compagno di scuderia Pokerstars: Daniel Negreanu. Minieri ha inoltre participato a format televisivi di primissimo piano, sia in campo nazionale, "Pokermania", sia internazionale, con "PokerAfterDark" e "High Stakes Poker: Season 5".

Nella sua breve e brillante carriera Supernova si è aggiudicato un terzo posto all'European Poker Tour di Baden, il quinto posto al torneo di Nova Gorica, il 22° posto al gran finale dell'EPT 2005 a Monaco ed il 3° posto del Ept di Sanremo e Varsavia.

Nel 2008 ha conquistato il "Winner takes all", prestigioso torneo on-line indetto da Pokerstars. Il 19 giugno, invece, vince l'evento #31 di No Limit Hold 'Em Six-Handed delle WSOP 2008, e conquista così il suo primo braccialetto, che lo catapulta nell'olimpo dei campioni. In quell'anno, inoltre, Minieri viene premiato con il titolo di Italian Player of the Year 2008.

Il poker italiano alla riscossa

Anche se il movimento pokeristico italiano è ancora piuttosto acerbo, non mancano i campioni o possibili tali. Oltre al già citato Dario Minieri, infatti, l'Italia può contare su almeno altri due assi già affermati, che rispondono al nome di Max Pescatori e Luca Pagano. Il primo ha già avuto modo di conquistare il braccialetto alle World Series of Poker ed è stato il primo player italiano ad avere fama internazionale.

Il secondo è ancora a caccia di  un successo di livello europeo o mondiale, ma allo European Poker Tour è già recordman di piazzamenti a premio ed è arrivato già diverse volte al tavolo finale di  un Main Event.