Chi gioca di più in Europa e nel mondo?

Chi gioca di più in Europa e nel mondo?

Scritto il 10/11/14 - da Morganti, Ana Notizie

Sul fatto che il gioco d’azzardo sia, ormai da qualche anno, un fenomeno in forte espansione non ci sono più dubbi: è sempre più trasversalmente amato, da uomini e donne, giovani e meno giovani.

Questo dipende, senza dubbio, dalla possibilità recente di investire cifre molto basse, così come dalla forte differenziazione in termini di giochi e di disponibilità degli stessi su più canali: giocare online ha decisamente rivoluzionato la fruibilità del gioco d’azzardo, rendendolo davvero disponibile per tutti.

Visto questo scenario, ci chiediamo: siamo davvero noi italiani a giocare più di tutti gli altri?

La risposta è…nì: non siamo i primi, ma siamo comunque ben posizionati tra i Paesi che spendono di più nel gioco. Questo almeno è quanto ci dice un rapporto, relativo alla spesa per il gioco d’azzardo nel 2013, presentato all’ICE Gaming Conference a Londra.

Nell’elaborazione di questi dati bisogna tenere conto di molte variabili, per cui la loro lettura risulta piuttosto complessa.

Per questo motivo abbiamo deciso di estrapolare solo alcuni risultati e “curiosità” che ci sembrano particolarmente interessanti.

Ad esempio, avreste mai immaginato che gli australiani fossero dei fervidi giocatori? Eppure è così, sono pochi è vero, ma spendono moltissimo procapite.

Poi ci sono ovviamente i cinesi, che non spendono molto ma sono talmente tanti che, alla fine, risultano tra coloro che spendono di più per giocare.

E naturalmente anche negli Stati Uniti, terra per eccellenza del gioco d’azzardo, si investono cifre importanti in tal senso. La medaglia d’oro spetta proprio agli americani: in una forma o in un’altra, la quasi totalità della popolazione sfida la fortuna tra casinò e lotterie varie.

E in Europa cosa succede? Qual è il panorama?

gioco d'azzardo in ItaliaCome anticipato sopra, noi siamo ben posizionati: ci piace giocare, investiamo, rischiamo, sogniamo. Un gradino sotto di noi ci sono gli inglesi che, tradizionalmente, sono sempre stati visti come grandi scommettitori. Ecco, noi scommettiamo più o meno il doppio di loro; dopo di noi, si piazzano i nostri cugini spagnoli.

Anche nel nord Europa c’è grande fermento intorno al gioco d’azzardo: su tutti, sono norvegesi e finlandesi i giocatori più appassionati. Più volte abbiamo riportato anche le straordinarie vincite realizzate in quei Paesi e questo rappresenta senz’altro un incentivo a giocare.

Insomma, l’industria del gioco d’azzardo sembra non conoscere crisi, anzi: cresce un po’ ovunque nel mondo, nonostante i problemi connessi soprattutto alla criminalità organizzata che, sia a livello nazionale sia a livello comunitario, ogni Paese sta cercando di combattere.

Ma siamo sulla buona strada per far sì che, sempre di più, il gioco d’azzardo venga controllato, regolamentato e quindi valorizzato, sia come gioco sia – non dimentichiamolo – come risorsa in grado di dare lavoro a moltissime persone in tempo di crisi.