Chi fermerà i casinò di Macao?

Chi fermerà i casinò di Macao?

Scritto il 14/08/13 - da Giovanni Angioni Notizie

Anche nel mese di luglio le sale da gioco dell'enclave cinese hanno fatto segnare un miglioramento annuo del 20%.

Sono arrivati anche gli ultimi dati relativi ai risultati ottenuti dai casinò di Macao durante il mese di luglio e, guarda un po', siamo di fronte all'ennesima crescita in doppia cifra. Il volume d'affari si è assestato attorno ai 3,7 miliardi di dollari, per un aumento addirittura del 20% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.

Gli analisti avevano previsto una crescita del genere, ma fa sempre specie quando si toccano i dati con mano.

Il tutto mentre i giocatori d'azzardo occasionali, la cosiddetta classe media, cresce a una velocità molto superiore rispetto al numero degli high roller, che visitano l'unica zona della Cina dove è legale scommettere e giocare d'azzardo.

A Macao, come abbiamo visto più volte, gli high-roller (che qui chiamano 'whales', cioè 'balene') contribuiscono circa al 70% sugli incassi delle sale da gioco, ma il recente rallentamento della crescita nell'economia cinese ha fatto in modo che un numero sempre crescente di questi facoltosi clienti decidesse di rimandare qualche viaggio a Macao.

Di conseguenza, i casinò dell'enclave cinese hanno cominciato a diversificare le proprie opzioni di intrattenimento, nel tentativo di attirare un numero maggiore di giocatori occasionali, o comunque con disponibilità economiche nettamente inferiori rispetto agli high-roller.

La Galaxy Entertainment, ad esempio, ha costruito una spiaggia nel suo resort, mentre l'MGM China si è dotato di un acquario al coperto che ha attirato parecchi visitatori dalla Cina.

A luglio, inoltre, il Venetian Macao (posseduto dalla Las Vegas Sands di Sheldon Adelson) ha organizzato un incontro di boxe tra Zou Shiming (due medaglie alle Olimpiadi) e un famoso pugile amatoriale cinese.

In generale, l'enclave cinese continua a crescer a un ritmo mostruoso: i dati di luglio confermano Macao nella sua posizione di polo del gioco d'azzardo più grande al mondo.

L'anno scorso, per esempio, Macao ha generato un volume d'affari di 38 miliardi di dollari, quasi sei volte quanto fatto registrare da Las Vegas e dai suoi 39,7 milioni di turisti.

La storia dell'incredibile crescita di Macao è sottolineata ulteriormente dal fatto che la Strip di Las Vegas, nel 2002, raccoglieva 5,3 miliardi di dollari, contro i 2,77 di Macao nel 2007.

Da quel momento in avanti, però, i casinò di Macao hanno continuato a crescere esponenzialmente, mentre Las Vegas si è fermata a un record massimo di 6,8 miliardi.

Dove si trova Macao?

Forse non tutti sanno che Macao è una delle regioni amministrative speciali della Repubblica Popolare Cinese e che è situata sul lato ovest del delta del fiume delle Perle. Ad est, Macao ha Hong Kong, mentre a nord e a est confina con la provincia di Guandgong. A sud, invece, Macao si affaccia al Mar Cinese Meridionale.