Casino di Sanremo: Cut Off a 60 Milioni. Sotto si Chiude

Casino di Sanremo: Cut Off a 60 Milioni. Sotto si Chiude

Scritto il 27/01/12 - da Giacomo Gaggiotti Notizie

Se il casino di Sanremo incasserà 4,3 milioni di euro in meno sarà crisi vera: e spunterà anche la terribile ombra della chiusura.

Non è fantagioco d’azzardo, alla casa da gioco ligure non si scherza più: la linea rossa al di sotto della quale non si potrà più scendere, e da cui sarà difficile risalire, è stata fissata in 60 milioni di euro.

60 Milioni. Ma forse anche qualcuno di più

Sembrano tanti? Neanche per idea, basti pensare che il 2011 è stato chiuso con un incasso totale pari a 64,3 milioni di euro. E potrebbero non bastare.

Ma quel che preoccupata è il crollo vertiginoso dei bilanci degli ultimi anni, una vera e propria linea verso il basso che ha registrato una caduta del 10 per cento ogni anno.

Il direttore operativo del casino sanremese non si nasconde, anzi, con i numeri delle ultime stagioni in mano lancia un grido d’allarme: “Se continua così si chiude”.

Non è eccessivo allarmismo quello del chief del casino di Sanremo, Enrico Bianchi: “Se non invertiamo questo trend negativo, il prossimo anno il Casinò incasserà lo stretto necessario per mantenersi".

Ma già i primi report di inizio gennaio fanno preoccupare. Nei primi dieci giorni del mese, la tendenza già negativa del 2011 è peggiorata, e gli incassi sono calati del 22 percento.

Continuando così, più che calcolo delle probabilità come in una roulette, è matematica: il rischio è di chiudere il 2012 con circa 55 milioni di euro. E secondo Bianchi nel 2013 si rischia di non superare quota 50 milioni.

Non basta. Anzi

Perché se è vero che il cut-off è fissato a 60 milioni, in realtà ne servono di più, circa 70, di incasso, per assolvere a quelle spese che permetterebbero di contarne realmente 60.

Ci sarà bisogno di una mano da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio Zaccarato, che possa concedere di trattenere una maggiore quota degli introiti, fissata allo stato attuale al 66 per cento.

Bisogna coprire le spese di gestione, che sono dell’ordine di 48 milioni di euro annui, ma che si cercherà di ridurre ancora.

Alla Spa sanremese servirebbe insomma una quota del 71/72 per cento, cui aggiungere poi i proventi delle mance di sua spettanza (circa 2,5 milioni) e altri ingressi minori, per avvicinarsi al pareggio dei costi.

Dai vertici del casino però non c’è solo pessimismo, ma trapela anche fiducia verso maggiori incassi in questo 2012, del resto, appena iniziato.

Il presidente Giuseppe di Meco presenterà nella sala del consiglio comunale di palazzo Bellevue un piano anti-crisi articolato su due piani:

  • le misure urgenti di contenimento dei costi e aumento della produttività, già avviate;
  • gli investimenti a breve e medio termini, per i quali chiederà ancora una volta al Comune di accelerare la ricapitalizzazione della Spa, cioè l’annunciato conferimento di immobili (Villa Angerer, Villa Mercede e magazzino Corbellati) per un valore di 15 milioni, grazie al quale la società potrà accedere ai prestiti bancari con cui attuare il suo piano di rilancio da 15,5 milioni.

La parola al Municipio

Il municipio assume un ruolo chiave e dovrà fare delle rinunce. Si dovrebbe accontentare di meno del 30 per cento degli incassi del Casino, cioè di 18 milioni lordi, da cui detrarre imposte e quota ante-riparto (oggi del 3 per cento, ma sarà diminuita ancora) destinata agli altri Comuni e alla Provincia.

A palazzo Bellavue però non sembra tiri aria di unanimità. Tutt’altro. Dal Pdl qualcuno storce il naso e già in passato la questione casino è stato teatro di scontri trasversali. Fino a oggi la casa da gioco è rimasta a galla, mentre affondò il sindaco Borea.

Ora è la barca del casino a imbarcare acqua, quando invece servono milioni di euro. E se è vero che tutti e quattro i grandi casino italiani registrano una situazione sempre più grave, proprio Sanremo è maglia nera.

I dati degli incassi :Venezia (136.363.957) con 991.470 presenze,  Campione (108.888.576 euro) con 685.735 presenze,  Saint Vincent (95.585.964) con 630.793 presente chiude la lista nera (o meglio rossa)  Sanremo (64.341.034) con 687.967 biglietti staccati.

Articolo di: L.C.